I❤MAST

Io vorrei prendere la residenza al MAST, almeno dal tre di ottobre al primo novembre, il periodo in cui va in scena FOTO/INDUSTRIA, la biennale dedicata a fotografia industriale, lavoro e impresa.

Vorrei vivere lì non soltanto per consultare coi miei tempi la ricca collezione di libri fotografici a tema esposti, o le foto dei finalisti del concorso GD4PHOTOART 2015; non soltanto per partecipare agli illuminanti incontri con straordinarie personalità legate a vario titolo al mondo della grande fotografia, e ai susseguenti pantagruelici buffet. E non solo per godere degli spazi architettonici del meraviglioso complesso, dei suoi servizi efficienti e del suo personale gentile e servizievole, che tutti insieme mi fanno illudere di vivere in Europa.

Io vorrei vivere al MAST perchè mi sono reso conto che questa straordinaria struttura, i servizi che offre, la cultura che diffonde gratuitamente a chi lo raggiunga, sono un atto di amore.

Al MAST, questo è il fatto, qualcuno ci vuole bene.

Ci ho messo un po’ a realizzarlo: mi sono chiesto come fosse sostenibile il costo di una manifestazione come FOTO/INDUSTRIA, con quattordici mostre di altissimo livello in sedi prestigiose. Poi ho capito che alla base del progetto non può stare una logica economica pura, un conto da bottegaio, “tanto esce – tanto entra”.

La Fondazione MAST e le attività ad essa collegate sono un raro e strabiliante esempio di filantropia, eguagliato dal progetto Hospice Seragnoli, che ho avuto modo di conoscere in occasione della dolorosa vicenda di una persona cara. E il MAST, come l’Hospice, sono il frutto della volontà di Isabella Seragnoli, imprenditrice risoluta nella sua atipica generosità.

Ed io le sono grato.

Foto: K.

MAST, da via Speranza

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Collezione Savina Palmieri Foto: K.

Collezione Savina Palmieri

Collezione Savina Palmieri Foto: K.

Collezione Savina Palmieri

Adiacente al MAST, il cantiere della torre uffici della GD. Foto: K.

Adiacente al MAST, il cantiere della torre uffici della GD.

Collezione Savina Palmieri Foto: K.

Collezione Savina Palmieri

Gallery Foto: K.

Gallery

Foto: K.

Foto: K.

Caffetteria Foto: K.

Caffetteria

Foto: K.

Foto: K.

Foto: K.

Gallery Foto: K.

Gallery

Foto: K.

Ingresso della Gallery Foto: K.

Ingresso della Gallery

Foto: K.

Foto: K.

MAST e case di via Speranza Foto: K.

MAST e case di via Speranza

Terrazzo della Caffetteria Foto: K.

Terrazzo della Caffetteria

Foto: K.

MAST da via Vittoria Foto: K.

MAST da via Vittoria

Tutte le foto di questo articolo sono state scattate da me il 20 ottobre 2015, rigorosamente senza chiedere autorizzazioni. Probabilmente ho infranto qualche copyright, ma l’ho fatto per rendere omaggio al MAST e a quanto esso contiene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...